Cosa succede a mio figlio?

Come posso aiutarlo?

Di cosa ha realmente bisogno?

Molto spesso le risposte a queste domande risiedono nel corpo o nei comportamenti di tuo figlio.

È quindi un’ottima opportunità, per entrambi, conoscere la maniera più utile per interpretare ciò che accade.

Spesso le cose cambiano agendo dove non hai ancora pensato.

Due parole d’introduzione

Una persona è l’insieme delle esperienze della propria vita.

Ogni esperienza viene memorizzata sul corpo fisico.

Le informazioni utili creano salute, quelle dannose contribuiscono a disfunzioni, malattie o contratture di vario genere.

Un giovane, rispetto all’adulto, ha accumulato meno esperienze negative, quindi ha la possibilità di rimuovere con più facilità eventuali traumi o comportamenti dannosi inconsci dei quali non è al corrente e che spesso non dipendono da lui, dato che ancora non può scegliere.

Per questo motivo il genitore è determinante nel contribuire alla salute ed ai risultati emotivi e pratici del figlio.

Cosa ti proponiamo

È necessario quindi pensare ad un progetto nel quale genitore e figlio procedano insieme, per scoprire come agire al meglio.

Il progetto poggia le basi su 3 appuntamenti, durante i quali portare alla luce le soluzioni e definire al meglio gli step successivi, in modo che siano focalizzati sullo sciogliere la reale causa (quindi trasformarla, portando benefici e guarigione) e non sul sintomo (che lascia in vita la causa e le permette di rigenerare il problema).

Gli appuntamenti

1 – Che tipo è tuo figlio?

Incontro con il genitore – meglio se entrambi.

Ci aiuti a conoscere tuo figlio attraverso le tue parole

Durata: 90 minuti

2 – Che tipo sono io?

Incontro con il figlio insieme al genitore – meglio se entrambi.

Conosci tuo figlio attraverso le sue parole

Durata: 90 minuti

2 – Come rende al meglio mio figlio?

Incontro con il genitore (o i genitori) per definire al meglio i passi da fare insieme al figlio.

Durata: 90 minuti

Chi sono?

Stefano Scialpi

Stefano ScialpiDal 2002 si occupa di formazione, negli ultimi 10 anni la sua attività si è dedicata sviluppo dell’individuo e del suo equilibrio interiore in ogni ambito.

Ha frequentato il triennio in pedagogia Steineriana e collabora con Genitori ed insegnanti per vivere con gioia la relazione con giovani e bambini.

Ha ideato il brand e lo stile di vita Felicitario, al fine di rendere facilmente comprensibile l’indirizzo del suo intento.

Papà dal 2005

CONTATTAMI!

Scrivimi e ti risponderò al più presto! :) Stefano