CHO – Case History

Progetto Escursioni Felici
13 Giugno – 30 Settembre 2018

L’estate sta finendo, cantavano i Righeira qualche decennio fa e per me volge al termine una stagione intensa, dedicata ad un progetto che mi ha appassionato molto sin dall’inizio.

Vuoi la Sardegna, vuoi il mio amore per il mare, vuoi che l’ufficio fosse appoggiato sulla piscina spettacolare di un meraviglioso villaggio esclusivo, questa estate è volata, sebbene i giorni di riposo siano stati davvero pochi.

Ho il piacere di condividere con voi i punti salienti di questa esperienza, le attività eseguite ed i risultati ottenuti.

Aree di Intervento

  • Comunicazione e Marketing
  • Riorganizzazione processi
  • Ruoli e Competenze
  • Qualità dei Ruoli / Come un team Funziona
  • Gestione Clienti
  • Gestione Fornitori
  • Azienda Consapevole
  • Coaching e Formazione
  • Leader riconosciuto
  • Essere o Fare il Capo
  • Business Coaching
  • Risultati (Condivisi dai collaboratori)

Comunicazione e Marketing

  • Brain-storming nuovo nome azienda, mission e vision
  • Immagine coordinata, basata su Mission e Vision
  • Strategia di comunicazione
  • Restyling punto vendita
  • Strategia di divulgazione
  • Implementazione Sito internet / Canali Social / Supporti cartacei
  • Strategie di Vendita
  • “Meno lavoro – Meglio pagato”
  • Alza il prezzo al momento giusto
  • Ampliare la Visione

Riorganizzazione processi

  • Selezione di processi condivisibili
  • Condivisione delle competenze con lo scopo di delegare
  • Condivisione di documenti via cloud
  • Installazione di Google Drive su tutti i dispositivi, per la gestione di prenotazioni, noleggio auto e clienti.
  • Ufficio itinerante: non è più indispensabile essere in sede per produrre un documento importante o condividere un documento
  • Ottimizzazione delle risorse
  • Abbattimento delle operazioni da eseguire per ottenere risultati rapidi ed efficaci
  • Gestione automatizzata delle prenotazioni
  • Definizione di uno standard interno
  • Formazione tecnica dedicata
  • Snellimento dei processi
  • Eliminare il superfluo (Less is more)
  • “Comunicare solo l’indispensabile”
  • “Comunicare tutto ciò che serve a chi deve gestirlo”
  • Ricevere il Top
  • Accogliere solo clienti Responsabili
  • Studio di nuove prospettive
  • Sperimentazione delle nuove prospettive
  • Snellimento dei tempi di gestione dei task

Ruoli e Competenze

La situazione iniziale prevedeva un titolare tuttofare, con tutte le competenze e pochissimo tempo per delegarle ai collaboratori.

Il risultato era insoddisfacente.

Abbiamo fatto i seguenti passi

  • Immagina l’azienda ideale
  • Immagina i ruoli indispensabili per farla funzionare
  • Considera i collaboratori di oggi
  • Considera le loro qualità e i loro difetti
  • In quali ruoli le loro qualità vengono moltiplicate e i difetti spenti spontaneamente?

Abbiamo ridefinito i ruoli in base alle qualità interiori dei collaboratori, procedendo con il riassegnare le mansioni passo passo, aumentando i compiti gradualmente.

La sensazione di muoversi in direzione di qualcosa di chiaro e definito, unita allo stimolo delle proprie qualità interiori messe in azione, ha permesso di accelerare l’apprendimento e di ottimizzare al meglio i processi.

Un intervento ad esempio ha permesso di eliminare operazioni che richiedevano almeno un’ora al giorno, restituendo complessivamente 30 ore uomo al mese all’azienda.

Abbiamo quindi chiarito

  • Chi fa cosa
  • La responsabilità nei confronti di se stessi e del team
  • Il modo in cui un team funziona e quello in cui si blocca
  • Chi gestisce le risorse
  • Chi decide ed è importante che decida
  • Chi esegue ed è fondamentale che esegua

Qualità dei ruoli / Come un team Funziona

Una persona ottiene risultati se si sente stimolata, fiduciosa, compresa e motivata.
Questo le permette di riuscire anche quando le competenze non sono eccelse, userà questi valori per migliorare di continuo e per trovare le risposte qualora non fossero ancora a disposizione.
Sulla base di questo punto di partenza, abbiamo sviluppato i seguenti aspetti:

  • Come funziona il lavoro in team
  • In che modo l’ego interferisce con l’equilibrio
  • Accettare il proprio ruolo scovandone l’importanza profonda
  • Avere fiducia nei collaboratori
  • Nutrire nell’altro il passo positivo più di quello negativo
  • Il passo negativo non esiste, sono tutti passi utili all’esperienza
  • Ciò che è vero dentro è vero fuori
  • Gestione oculata delle responsabilità
  • Cambio di paradigma: da tutti fanno tutto a ognuno ha dei compiti precisi e precise responsabilità
  • L’importanza della chiarezza nelle comunicazioni interne
  • La Responsabilità è di chi non rende l’informazione condivisa con i diretti interessati
  • La capacità di dire NO ad un collega
  • L’importanza di dire NO ad un collega
  • Modalità e attitudine delle risorse
  • Comunicare con Determinazione ciò che si ha dentro può essere la chiave per tutti
  • Il tuo collaboratore ha bisogno della tua fiducia
  • Riconoscere l’importanza dell’altro, dei suoi compiti, del suo contributo all’azienda
  • Ragionare come una squadra
  • Mentalità da squadra
  • Consapevolezza della mission
  • Spinta di ogni collaboratore in direzione della mission condivisa

Gestione Clienti

  • Qualità della relazione con il cliente
  • Gestione del cliente, prima, durante e dopo la vendita
  • Responsabilità del cliente, e responsabilità dell’azienda
  • Qualità del servizio, qualità del cliente, qualità del passaparola
  • Scegliere i clienti
  • Definizione paletti e chiare regole da utilizzare con i clienti
  • Scegliere commesse di qualità
  • Tutela del cliente
  • Clima sereno porta clienti sereni e fornitori sereni
  • L’importanza di dire NO a richieste eccessive
  • La capacità di dire NO
  • Lettura degli stati d’animo del cliente
  • Empatia con il cliente
  • Profilo psicologico del cliente
  • Cambio di prospettiva a favore della comprensione
  • Chiarezza, gentilezza, comprensione, fermezza con il cliente
  • La tutela del rischio, dell’esposizione presso terzi, della responsabilità oggettiva e soggettiva
  • La previsione delle reazioni dei clienti in base a profili psicologici e/o situazioni
  • L’importanza del cliente
  • Il motivo per cui mi arriva questo tipo di cliente
  • Come fare arrivare clienti diversi

Gestione Fornitori

  • Qualità della relazione con i fornitori
  • Responsabilità del fornitore e responsabilità dell’azienda
  • Definizione paletti e chiare regole da utilizzare con i fornitori
  • Profilo psicologico del fornitore
  • Fermezza, determinazione, chiarezza con i fornitori
  • La tutela del rischio, dell’esposizione presso terzi, della responsabilità oggettiva e soggettiva

Azienda Consapevole

  • Quali sono le qualità di ogni collaboratore?
  • Quali sono i punti migliorabili?
  • Qual è lo stato psicofisico di ognuno?
  • Il suo periodo storico dove lo conduce spontaneamente?
  • Su quali aspetti bisogna lavorare per permettergli di ottenere il meglio con leggerezza?

Coaching e Formazione

Mediante team building, formazione personalizzata e progetti individuali di coaching siamo giunti a ottimi risultati, attraverso i seguenti temi.

  • Consapevolezza delle qualità individuali
  • Consapevolezza della qualità e dell’esclusività del prodotto offerto
  • Qualità delle relazioni con i colleghi e/o collaboratori: ogni relazione dipende da me, le persone sono lo specchio di ciò che ho dentro, quindi un’opportunità straordinaria per ottenere il meglio da ogni situazione, a patto che io sia il primo a mettermi in gioco, a disposizione, aperto a collaborare per un risultato sia personale che di squadra.
  • Definizione chiara del risultato personale
  • Definizione chiara del risultato di squadra
  • Definizione delle ambizioni di ciascuno
  • Definizione degli obiettivi settimanali – interiori e materiali – di ciascuno
  • Step necessari al raggiungimento degli obiettivi
  • Azioni chiare da eseguire
  • Ottenimento dei risultati o resilienza sui passi intermedi vestiti da passi falsi, ma sono quelli necessari a forgiare la perseveranza
  • Regola Attitudine – Risultato, sempre confermata
  • Il Rischio e la capacità di rischiare grazie al calcolo del rischio
  • Calcolo del rischio mediante test di sperimentazione
  • Pre definire i risultati
  • Fare accadere le cose
  • L’importanza di fermarsi per fare più in fretta
  • Fermarsi ad osservare, ascoltare, ridefinire
  • Ricalibrare costantemente
  • Capacità di leggere le situazioni nella calma
  • Riuscire a leggere le situazioni facendo la scelta giusta in condizioni di stress
  • L’importanza della cura del dettaglio
  • Senza cura non c’è bellezza
  • Definizione di valori propri
  • Capacità di prevedere risultati
  • Come creare energia utile alla lucidità
  • Le manipolazioni che tolgono potere ed energia
  • Gestire le manipolazioni
  • Impedire le manipolazioni
  • Mantenere il focus nonostante le interferenze
  • Motivazione personale
  • Il denaro ed il valore personale
  • Il potere personale
  • La salute a supporto del lavoro
  • Il lavoro a supporto della salute
  • Le giuste condizioni per le scelte importanti
  • Le giuste condizioni per fare comunicazioni importanti
  • Scegliere le parole che portano risultati
  • Toni di voce, postura del corpo, movimenti, stati d’animo: il risultato è tale e quale alla cura del dettaglio
  • Conoscere la propria vulnerabilità per sprigionare nuova forza
  • Osservare le vulnerabilità dell’azienda per mettere in moto forze ancora inespresse

Leader Riconosciuto

  • Il Distacco del Leader
  • Il carattere del Leader
  • Scegliere di accettare il ruolo del leader
  • Essere riconosciuto come leader
  • Voler fare il leader non funziona
  • Il leader può essere solo

Essere o fare il capo

  • L’importanza di definire un manager
  • L’importanza di un manager riconosciuto come leader
  • Le responsabilità di un manager
  • Dirigere le persone
  • Fare le scelte necessarie
  • Creare benessere comune

Business Coaching

  • Progetti individuali di formazione e coaching con i titolari co-fondatori dell’azienda
  • Comun denominatore emerso: L’essere diventa azienda

Risultati (Condivisi dai collaboratori)

  • Armonia fra i collaboratori
  • Maggiore serenità
  • Responsabilità da parte dei collaboratori di comunicare le proprie sincere esigenze
  • La tutela del tempo libero di ogni collaboratore
  • La certezza di essere ascoltati dal team e dai titolari
  • Il titolare ora non pensa di poter fare solo tutto lui, ha un team che lo supporta
  • Ogni collaboratore sa di trovare nel team appoggio e supporto operativo (se non ce la faccio io, ce la fai tu)
  • È aumentata la credibilità e la fiducia nei collaboratori (prima si tendeva a sminuire il lavoro degli altri, ora c’è riconoscenza)
  • Rapidità nella gestione dei task
  • Senso di appartenenza: Prima l’azienda era quasi un peso, ora si percepisce affetto
  • Riduzione drastica degli errori: La chiara suddivisione dei compiti e la chiara ed esplicita assunzione delle responsabilità da parte di ogni collaboratore, fa emergere immediatamente il responsabile di un errore e questo lo induce implicitamente a non ripeterlo
  • Maggiore produttività: chi prima era dedicato a risolvere gli errori degli altri, ora è dedicato ai suoi compiti e la leggerezza mentale lo porta automaticamente a proporre nuove soluzioni e quindi creare nuove opportunità.
  • Incremento delle vendite in periodi che si consideravano “di calo” (dopo 2 mesi di attività)
  • Netto aumento della richiesta di servizi da parte di nuovi e vecchi clienti (dopo 2 mesi e mezzo di attività)
  • Entrate moltiplicate rispetto ai mesi precedenti
  • Aumento del tempo libero per i titolari
Post suggeriti
CONTATTAMI!

Scrivimi e ti risponderò al più presto! :) Stefano